“Il pugno chiuso” di Arrigo Boito (2)

Continua la narrazione, i sintomi visibili della malattia vengono associati a cause di ordine psicologico. Continua la narrazione di Boito nella quale i sintomi visibili della malattia vengono associati a cause di ordine psicologico. Come in altre opere della Scapigliatura milanese (si pensi a Fosca di Iginio Urgo Tarchetti), l’elemento irrazionale condiziona, deformandola, la “normalità”… Continua a leggere “Il pugno chiuso” di Arrigo Boito (2)

Biblioteche amate, biblioteche dimenticate: Alessandro Manzoni in “Fermo e Lucia”

23 aprile, Giornata mondiale del libro e dei diritti d’autore con la biblioteca di Alessandro Manzoni. 23 aprile, Giornata mondiale del libro e dei diritti d’autore. La ricordiamo con un brano sulle biblioteche e la lettura tratto da Fermo e Lucia, di Alessandro Manzoni (1785-1873). Il celebre romanzo I promessi sposi, nella sua prima stesura… Continua a leggere Biblioteche amate, biblioteche dimenticate: Alessandro Manzoni in “Fermo e Lucia”

Riscoprire un padre, celebrare un amico: “Le otto montagne”, di Paolo Cognetti

Riscoprire un padre, celebrare un amico ne Le otto montagne, di Paolo Cognetti. Nel romanzo Le otto montagne, Paolo Cognetti parla dell’amicizia e dei rapporti familiari, con enfasi sulla figura del padre e con la montagna come scelta di vita. Mio padre invece era sempre stato un solitario. Faceva il chimico in una fabbrica di… Continua a leggere Riscoprire un padre, celebrare un amico: “Le otto montagne”, di Paolo Cognetti

“Non so niente di te”: dalla penna di Paola Mastrocola, genitori, pecore, figli e l’amore che tiene tutti lontani

Non so niente di te di Paola Mastrocola: genitori, pecore, figli e l’amore che tiene tutti lontani In questo romanzo straordinario e gentilmente eversivo, Paola Mastrocola affronta temi cruciali: il rapporto genitori-figli, la crescita economica e la possibilità di vivere secondo altri valori. Paola Mastrocola (Torino 1956) torna al tema dei giovani e affronta temi… Continua a leggere “Non so niente di te”: dalla penna di Paola Mastrocola, genitori, pecore, figli e l’amore che tiene tutti lontani